Compagnie Low Cost Fallite: Monarch Airline

logo monarch airline

Dopo più di 50 anni di attività la compagnia area specializzata in voli low cost Monarch Airline ha dichiarato fallimento.
Più di 100mila passeggeri sono rimasti a terra senza voli, e sono più di 300mila le prenotazioni annullate per voli non ancora partiti.

Breve storia di Monarch Airline

La Monarch Airlines fu fondata nel 1968 dall’ex direttore della British Eagle e da due magnati svizzeri.
La base operativa della compagnia era ubicata a Luton ma disponva di hunger anche in aeroporti come Birmingham, Manchester e Londra-Gatwick. In quest’ultimo venivano effettuati i voli charter di connessione per gli Stati Uniti.
E’ stata una delle maggiori compagnie charter d’Europa soprattutto per il numero di aerei di sua proprietà.
Le destinazioni di competenza della compagnia erano oltre 100 e toccavano quasi tutti i continenti; infatti è possibile raggiungere l’India, gran parte delle località africane, i Caraibi, gli Stati Uniti e le principali destinazioni europee.
La flotta è composta da 32 aerei con una vasta gamma di Airbus che vanno dalla categoria A300 fino alla A330; quest’ultima è la più capiente e può ospitare fino a 358 passeggeri più i piloti ed assistenti di volo. Inoltre, Monarch Airlines possiede anche un Boeing 757 per voli diretti a lungo raggio. La compagnia aveva da tempo in previsione l’acquisto di nuovi vettori per ampliare le destinazioni di competenza, ed aumentare, visto l’enorme richiesta di voli low cost, il numero di voli giornalieri.

In Italia Monarch Airlines operava voli low cost verso gli aeroporti di Roma Fiumicino, Napoli, Torino, Venezia e Verona.

Commenti