Viaggi in Birmania: perchè visitarla e consigli di viaggio

birmania

La Birmania è una terra meravigliosa e poliedrica. Permette infatti di vivere vacanze all'insegna di arte, natura, relax, sacralità.

Una delle idee più suggestive per un tour nel paese asiatico è la crociera fluviale che da Nyaung Shwelungo conduce lungo il lago Inle (900 metri di altitudine), reso magico dai suoi villaggi galleggianti e dalle antiche tradizioni locali. Durante il percorso si possono ammirare giardini, orti sull'acqua, antiche pagode. Fra queste ultime, spicca la grande pagoda Phaung Daw Oo, che rappresenta il centro religioso del lago. I cinque Buddha d’oro di cui è composta sono trasportati sulle barche reali durante le feste. Altra curiosità è il mercato galleggiante di Ywama: gli indigeni vendono infatti prodotti alimentari e non solo direttamente sulle loro barche. Famoso anche il mercato di Inthein, stavolta sulla terraferma.
Assolutamente da vedere uno dei simboli birmani, la Pagoda Shwedagon, uno stupa dorato di 98 metri che si erge nella città di Rangoon. Circondata da tanti piccoli templi, offre una visione magica sia di giorno, in contrasto con l'azzurro del cielo, sia di notte, grazie all'illuminazione artificiale.
Da non perdere poi il complesso archeologico di Bagan, 40 chilometri caratterizzati da oltre 2000 templi, monasteri e pagode. Un vero e proprio museo a cielo aperto che è stato dichiarato dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità.
Un punto di riferimento per i fedeli è la collina sacra di Sagaing. Monasteri, templi dorati e stupa creano da lontano un incantevole colpo d'occhio. Fra i templi, di particolare rilevanza sono l’Umin Thounzeh, composto da 45 statue di Buddha che vanno a creare un semicerchio e la Soon U Ponya Shin Paya, la cui terrazza panoramica offre una vista spettacolare sulla piana e una sensazione ineguagliabile di pace.
Dalla collina di Mandalay si può assistere al più bel tramonto della regione. Poco distante, nella località di Amarapura, si può vivere un'esperienza molto particolare: vedere un migliaio di monaci consumare il loro pranzo. Dal monastero si può poi raggiungere a piedi al U Bein’s Bridge, il ponte in tek più lungo del mondo.
Fra gli altri luoghi d'interesse, c'è l'antica città reale di Mingun, a un’ora di barca da Mandalay percorrendo il fiume Ayeyarwady. Qui sorge la pagoda incompiuta Mingun Paya, che avrebbe dovuto innalzarsi per 150 metri. Attraverso scalini di pietra, si può salire in cima e gustare un panorama unico fra campagne e colline. Accanto alla Mingun Paya, ecco la pagoda di Hsinbyume, tutta bianca e caratterizzata da sette terrazze che identificano le catene montuose del monte Meru, montagna sacra della mitologia buddista.

Ma la Birmania è anche una ormai rinomata mèta balneare: basti pensare ai colori mozzafiato di Ngapali Beach. Affacciata sul golfo del Bengala, questa spiaggia è il luogo ideale dove trascorrere momenti di relax e spensieratezza fra palme, sabbia finissima e mare cristallino.
Mentre d'inverno la terra birmana si trasforma in località sciistica, grazie alla stazione di Putao, collocata in una zona remota e incantevole dello stato del Kachin, con intorno le cime innevate dell’Himalaya.

Insomma, la Birmania propone viaggi in grado di accontentare i più svariati gusti, regalando a tutti ricordi speciali.