Vienna, Praga o Budapest? Dove andare in vacanza

praga week end

Indecisi sulla meta ideale per il prossimo viaggio week end?
Praga e Budapest sono sicuramente le due destinazione viaggio più popolari quando si pensa a una vacanze nell'Europa dell'Est, ma sono tante le città ricche di fascino in questo angolo d'Europa. Varsavia, Sofia e Bucharest meritano la pena di essere visitate, anche solo per un week end, considerando anche le numero offerte per voli low cost di compagnie quali Ryanair o WizzAir.

Week end a Praga: cosa fare e cosa vedere

Conosciuta come una città magica, tutto nella capitale della Repubblica Ceca è avvolto in un alone di mistero, ad iniziare proprio dal suo nome che significa "soglia"e che si ricollega alla sua fondazione che si deve ai voleri di una principessa, Libuše, che si narra era dotata di poteri magici.
Ed è proprio su quella soglia che poi è sorto il bellissimo Castello sul quale si è addensato l’abitato medioevale fatto di casette e leggende che rendono Praga ancor più misteriosa. Leggende come quella del Golem voluto dal Rabbino Loew, o delle statue che adornano Ponte Carlo e dei Bambini di Kampa non fanno altro che aumentare l’impalpabile atmosfera che la città regala ai suoi visitatori.
Non si può non visitare il Castello di Praga che domina la città e che si raggiunge percorrendo ripide strade come la Via Nerudova e che permettono un salto indietro nel passato dove una religiosa sacralità convive con l’esoterismo ed il profano tanto da trovare la Cattedrale di San Vito unirsi metaforicamente con il Vicolo D’Oro, la piccola stradina dove Re Rodolfo radunò tutti gli alchimisti dell’epoca per lavorare insieme per trovare la formula dell’elisir di lunga vita ma, soprattutto, per scoprire come tramutare i metalli in oro.
Altro luogo da visitare è la parte piccola di Praga, ossia la Malá Strana che, dopo l’incendio a metà XVI secolo che la distrusse, fu interamente ricostruita com’è ora, dove lo stile barocco si miscela con quello rinascimentale con deliziose piazzette, romantici scorci, palazzi nobiliari rimasti immutati nel tempo.
La città vecchia (Stare Mesto) con le famose guglie gotiche della Chiesa di Týn, lo Josefov – ossia il ghetto Ebraico – e la Casa Danzante, sono altre mete da non perdere.

Week end a Vienna: cosa fare e cosa vedere

Tra le più belle capitali europee, Vienna regala al visitatore delle atmosfere che rimandano al suo passato imperiale ma senza risultare una presenza pesante, tutt’altro. A dimensione d’uomo, il centro storico racchiuso dal Ring (una via circolare che incornicia il fulcro della città), risulta essere anche ricco di luoghi dove si sviluppa una interessante movida soprattutto culturale.
I luoghi da visitare in città partono dalla sontuosa Hofburg, il palazzo imperiale sede dei regnanti che per sei secoli hanno governato l’impero; la Scuola Spagnola di Equitazione, dove assistere a spettacoli in cui i celebri cavalli spagnoli sono protagonisti di incredibili evoluzioni; il Duomo di Santo Stefano, caratterizzato dal suo tetto formato da 250.000 maioliche verdi e bianche; l’Albertina; il Museo di Storia dell’Arte, tra i più ricchi al mondo, costituito da importanti collezioni come quella Egizia ed Orientale e la Gemäldegalerie dove ammirare capolavori di Tiziano, Tintoretto, Rembrandt, Dürer e Bruegel tra i tanti.
Da non perdere la visita al Belvedere oltre e al famoso Prater, il parco nel centro di Vienna dove divertirsi in una delle duecentocinquanta attrazioni presenti tra le quali la Riesenrad, la celebre ruota panoramica alta 65 metri.
Per avere una esaustiva visione della grandezza dell’impero Austro-Ungarico, merita una visita il Castello di Schönbrunn alle porte della città: residenza estiva degli Asburgo che risulta essere uno dei complessi in stile barocco più belli del Vecchio Continente.

Week end a Budapest: cosa fare e cosa vedere

L’altra metà dell’Impero Austro-Ungarico è rappresentata da Budapest, conosciuta anche come la Parigi dell’Est per via di alcune similitudini esistenti tra le due capitali.
La città è costituita da tre parti ben diverse tra loro: Buda, Pest e Óbuda unite fra loro dal Ponte delle Catene e da altri.
La visita deve iniziare da Buda, ossia la parte più antica della città dove si trova il Palazzo Reale e la chiesa di Mattia.
Se questa parte della capitale ungherese è ricca di un fascino che si affida all’antico tessuto urbano, molto differente è invece Pest che rappresenta il cuore della città moderna piena di vita. In questo lato di Budapest non ci sono testimonianze legate al passato ma non sono assenti le cose da vedere ad incominciare dal Palazzo del Parlamento, dalla Grande Sinagoga (la più grande di tutto il nostro continente), dal Duomo di Santo Stefano e dal Museo etnografico.
Gli amanti dello shopping avranno il loro bel daffare lungo il Viale Andrássy per l’alta concentrazione di negozi presente.
Da visitare il Museo di Belle Arti di Budapest contenente opere dei più grandi pittori a partire da Giotto per finire a Picasso.

Commenti